DISTURBI DEL LAPAROCELE

Principali disturbi del Laparocele

Disturbi del Laparocele

Il laparocele è un’ernia che si crea sulla cicatrice di una precedente operazione addominale:
Per questo motivo può anche essere chiamato laparocele ombelicale o laparocele addominale.
Le cause di questa condizione possono essere molteplici e di diverso genere come ad esempio:

età avanzata;
ripetuti sforzi fisici addominali;
sovrappeso.

Può insorgere anche dopo diverso tempo dall’operazione eseguita. Grazie alla chirurgia laparoscopica,  molto meno invasiva rispetto al metodo tradizionale laparotomico, la formazione del laparocele è sempre meno frequante o comunque di dimensioni limitate e, solitamente, a livello ombelicale.La correzione del laparocele, salvo indicazioni contrarie, può essere fatta con intervento laparoscopico. Nelle prime fasi il laparocele può essere asintomatico, ma visibile e/o pronunciato al tatto. Nelle fasi più avanzate, la sintomatologia si può manifestare nei seguenti modi:

fastidio a livello della cicatrice;
dolore, accentuato da sforzi fisici o addominali intensi come camminate, colpi di tosse e starnuti;
nausea e vomito;

Quando i visceri erniati non rientrano più in sede,  nei casi più gravi può verificarsi un’occlusione intestinale con possibile sofferenza vascolare (ischemia) dell’intestino fuoriuscito. Il chirurgo può, tramite intervento, riportare in sede il contenuto presente nel laparocele. Quando non trattato per molto tempo, il laparocele può provocare un’ulcera nei tessuti sovrastanti, diventando più grande e più difficile da operare. Per tali motivi è prassi comune operare subito dopo la diagnosi o,  se insorto dopo breve tempo dalla prima operazione, a seguito della completa cicatrizzazione dell’intervento precedente.

Convalescenza

Sia l’intervento in laparoscopia che quello in laparotomia vengono eseguiti in anestesia generale, con una durata dell’operazione compresa tra le 2 e le 3 ore. Sarà necessario un ricovero di due giorni. Una volta dimesso di dovranno evitare sforzi fisici per almeno 15 giorni ed indossare una fascia elastica contenitiva,  pancera addominale, per almeno un mese.